La procedura Recapital è finalizzata alla capitalizzazione delle imprese al minor costo possibile attraverso un metodo tanto originale quanto semplice.

Essa prevede due operazioni distinte ma contestuali:

1) da una parte l’impresa riceve un finanziamento, solitamente sotto forma di leasing o noleggio a lungo termine;

2) dall’altra parte i soci dell’impresa ricevono un’erogazione sotto diverse forme e comunque sempre non rimborsabile.

Circa la prima operazione (finanziamento all’impresa) si precisa quanto segue:

- oggetto del finanziamento (leasing o noleggio) devono essere beni mobili e/o impianti ad elevato valore aggiunto utili all’attività dell’impresa;

- i beni possono essere previsti o non previsti da un precedente programma di investimenti;

- salvo esigenze particolari, la durata del finanziamento deve essere quella minima prevista dalle norme fiscali (da 24 a 60 mesi);

- il tasso d’interesse sul finanziamento è quello minimo di mercato;

- normalmente il rimborso del finanziamento avviene tramite il pagamento di canoni di leasing o di noleggio periodici (mensili, bimestrali o trimestrali) di valore costante;

- il tempo previsto per realizzare l’operazione è di poche settimane, a meno che non si tratti di beni la cui fornitura richieda tempi più lunghi.

La seconda operazione (erogazione ai soci) può essere effettuata in diverse forme, secondo le particolari esigenze dei soci e comunque sempre non rimborsabile.

L’erogazione ai soci avviene subito dopo che la società di leasing o di noleggio avrà saldato la fattura relativa ai beni oggetto del finanziamento.

Per realizzare la procedura Recapital si seguono normalmente le seguenti fasi:

- l’impresa comunica l’importo del reddito prima delle imposte dell’esercizio precedente e di quello previsto per l’esercizio in corso, al fine di stabilire il valore del finanziamento sostenibile per l’impresa;

- all’impresa viene presentata un’ipotesi con indicazione dei valori;

- se l’impresa concorda sull’ipotesi, è necessario un incontro per stabilire l’oggetto del finanziamento all’impresa e la forma dell’erogazione ai soci;

- nello stesso incontro od in uno successivo vengono sottoscritti i contratti relativi sia alla fornitura dei beni da finanziare sia alla forma dell’erogazione;

- dopo l’ordine di fornitura emesso dalla società di leasing o di noleggio, vengono consegnati i beni ed emessa la relativa fattura alla società di leasing o di noleggio;

- il giorno successivo al saldo della fattura viene effettuata l’erogazione ai soci.

La procedura Recapital produce consistenti vantaggi economici e finanziari.

Come è evidente, il vantaggio economico è dato dalla differenza fra l’importo dell’erogazione ai soci ed il costo effettivo del finanziamento all’impresa, intendendo per costo effettivo l’importo dei canoni di leasing o noleggio meno le imposte risparmiate sugli stessi.

Il vantaggio finanziario è dato sia dalla liquidità immediata che perviene ai soci dall’erogazione (mentre l’impresa dovrà rimborsare il finanziamento a medio termine) sia dalla differenza fra la stessa erogazione ai soci ed il totale delle uscite dell’impresa relativamente all’operazione di leasing o di noleggio, al netto del risparmio fiscale.